“In Consiglio provinciale c’è bisogno di noi per far sentire la voce della comunità italiana” Alessandro Urzì

ACQUA POTABILE: ALLARME PESTICIDI, SOTTO ACCUSA SVP/LEGA

Acqua potabile, grazie alla Giunta provinciale è allarme pesticidi

Pubblicato da Alessandro Urzì su Martedì 16 aprile 2019
SCENA CANCELLA L'ITALIANO. COMPAIONO ADESIVI PROVOCATORI

In pieno centro a Scena, a due passi da Merano, sul tabellone dell’organizzazione turistica che dovrebbe incentivare gli ospiti a venire a trascorrere le vacanze in questo territorio, ogni località – anche quelle talmente diffuse come Tirolo, Rifiano, la stessa Scena o San Giorgio che nessun prontuario toponomastico oserebbe mettere in discussione - è indicata solamente in lingua tedesca. Le indicazioni stradali sono riportate in italiano, ma i paesi solo in tedesco. Un’operazione di pulizia linguistica senza pari, attuata dalla locale associazione turistica. Ma c’è di più, sul tabellone è stato attaccato un adesivo di matrice secessionista che sostiene che nel “cosiddetto Alto Adige” tutti i nomi italiani sono falsificati, manipolati, quindi imposti e che i cittadini tirolesi condanno questo crimine culturale. Un’ulteriore provocazione. Presenterò un’interrogazione in Provincia. Non solo si sta oltrepassando la misura, ma si sta perdendo anche il buon senso. Come si fa ad esporre un tabellone con le indicazioni in italiano e i nomi in tedesco, finendo per disorientare soprattutto quei turisti italiani, che invece andrebbero accolti e coccolati in tutte le maniere possibili? Per quanto riguarda gli adesivi abbiamo avuto segnalazioni da ogni parte della Provincia. Si tratta di una vera porcheria, questo intanto lo abbiamo rimosso. Alessandro Urzì Consigliere provinciale de L'Alto Adige nel Cuore-Fratelli d'Italia

Pubblicato da Alessandro Urzì su Venerdì 19 aprile 2019